Il TAR del Lazio ha accolto il ricorso presentato dal CNOP.

Con la Sentenza n. 13020 del 17 novembre 2015, il TAR Lazio accoglie il ricorso presentato dal CNOP contro il Ministero dello Sviluppo Economico e contro il Ministero della Salute nei confronti di AssoCounseling, relativamente al fatto che il Ministero dello Sviluppo Economico aveva inserito AssoCounseling negli elenchi – tenuti dallo stesso Ministero – delle associazioni rappresentative delle professioni non regolamentate ai sensi della Legge 4/2013.

Ad opponendum partecipano al ricorso le associazioni: AICo, ANCoRe, CNCP, REICO, SICOOl.

LEGGI QUA LA SENTENZA 

Al momento, per i professionisti, nulla cambia rispetto a prima.

È indubbio tuttavia che questa sentenza – ma ancor prima il fatto stesso che il CNOP abbia ricorso al TAR nei confronti di un’associazione professionale di categoria – apre una nuova fase nella dialettica politico-professionale sul counseling.

A questo punto lo scontro si è spostato davvero sul piano istituzionale.

Si apriranno nei prossimi giorni tavoli di discussione che coinvolgeranno non solo il mondo associativo del counseling, ma anche quello della psicologia professionale che non si riconosce nella posizione del CNOP. È arrivato il momento di prendere ufficialmente una posizione in merito.